Avere denti belli e bianchi è sempre stato un tuo desiderio? Hai provato diversi metodi fai da te senza ottenere i risultati sperati ed ora vorresti rivolgerti ad un professionista? Quanto costa uno sbiancamento dentale dal dentista?

Scopriamo insieme in cosa consiste uno sbiancamento dentale professionale e i prezzi per un sorriso splendente.

L’estetica del sorriso è certamente un argomento di forte interesse al giorno d’oggi.

Avere un bel sorriso ci fa sentire a nostro agio, più sicuri di noi stessi e nel rapportarci con gli altri. Ecco perché sempre più persone si rivolgono a centri odontoiatrici specializzati per ottenere denti più bianchi. 

Da cosa dipende il colore dei denti?

I denti sono caratterizzati da un strato superficiale esterno traslucido, lo smalto, che ricopre, come una sorta di corazza, le sfumature grigiastre, rossicce e giallognole della dentina, che a sua volta racchiude all’interno un cuore più morbido, la polpa, ricco in terminazioni nervose, tessuto connettivo e vasi sanguigni.

Il colore dei denti, così come quello di occhi capelli e pelle, è una caratteristica geneticamente determinata. Di conseguenza già naturalmente si possono notare variazioni di colore da persona a persona.

Inoltre, essendo lo smalto una superficie resistente ma con un certo grado di porosità, il colore naturale può essere alterato da sostanze aggressive ed acide che minacciano l’integrità della superficie dentale o da sostanze in grado di penetrare e colorare la dentina sottostante e lo smalto stesso. Tra queste:

  • Pigmenti naturalmente presenti in certi alimenti come caffè, tè, vino rosso, e liquirizia
  • Coloranti artificiali presenti in bevande ed alimenti
  • Fumo di sigaretta

In cosa consiste uno sbiancamento dentale professionale?

Anche una scarsa igiene e l’accumulo di placca e tartaro sono nemici del colore naturale dei denti.

Di conseguenza prima di procedere con lo sbiancamento dei denti viene generalmente eseguita una detartrasi professionale, ovvero una pulizia profonda dei denti che permette la rimozione di placca e tartaro accumulato.

Questo primo step è fondamentale per avere un miglioramento dell’estetica del nostro sorriso e favorire i successivi trattamenti di sbiancamento. Garantisce inoltre un migliore stato di salute della nostra bocca, sfavorendo la comparsa di spiacevoli conseguenze come alitosi, gengiviti e parodontiti.

In seguito viene quindi eseguito il trattamento professionale di sbiancamento vero e proprio, anche detto bleaching.

Le metodiche odontoiatriche che possono esserci proposte possono variare leggermente da un punto di vista tecnico, tuttavia ciò che le accomuna è l’impiego di agenti sbiancanti in soluzione liquida o gel.

La sostanza sbiancante viene applicata sulla superficie dei denti ed esposta ad una fonte luminosa che permette di innescare una serie di reazioni chimiche il cui risultato è schiarire depigmentando i denti.

Quanto dura una seduta di sbiancamento professionale e quanto costa?

Una seduta di sbiancamento dentale può durare mediamente tra i 40 e i 60 minuti ed ha un costo che può variare dai 200 fino ai 600 euro.

L’importante differenza di costi è legata alla presenza o meno di mascherine personalizzate per un continuativo uso domestico e dai differenti prodotti utilizzati.

Il giorno successivo al trattamento si può percepire un’aumentata sensibilità dentale che tende a ridursi con il tempo.

Vuoi farti un’idea sui prezzi che dovresti aspettarti dal dentista per i tuoi trattamenti dentali?

Scarica gratuitamente la nostra guida ai prezzi!