Protossido di azoto del dentista: controindicazioni e alternative

Dolore e mal di denti, Farmaci per mal di denti, Pedodonzia, Impianto dentale | 19/06/2019

Protossido di azoto del dentista: controindicazioni e alternative

Protossido di azoto per sedazione cosciente dal dentista. Di cosa si tratta? Il protossido di azoto ha controindicazioni?

La sedazione cosciente è una tecnica anestesiologica che permette di ottenere un generale stato di relax e una riduzione della percezione del dolore e dell’ansia.

Questo tipo di sedazione può essere eseguita attraverso l’inalazione controllata di protossido di azoto. Esistono alternative? Facciamo un po’ di chiarezza!

In cosa consiste la sedazione cosciente?

La sedazione cosciente è un tipo di anestesia che infonde uno stato generale di rilassamento e riduce la percezione del dolore pur mantenendo il paziente cosciente.

Se dovessimo quindi essere sottoposti ad un intervento dal dentista in sedazione cosciente si avvertirà una generale sensazione di benessere e rilassatezza con riduzione della percezione del dolore, pur restando vigili.

Questa condizione favorisce la collaborazione tra paziente e specialista.

 A chi è rivolta?

La sedazione cosciente risulta particolarmente importane per:

  • Pazienti che soffrono di forte ansia legata all’intervento o ansiofobici
  • Pazienti con disabilità o patologie particolari
  • Bambini poco collaborativi (sopra i 4 anni)

Come viene eseguita?

 La sedazione cosciente può essere eseguita mediante due differenti tecniche:

  • Per via inalatoria con protossido di azoto
  • Per via endovenosa con farmaci ansiolitici, analgesici ed anestetici

 

 Sedazione cosciente con protossido d’azoto

Questa tecnica anestesiologica prevede il posizionamento di una mascherina nasale collegata ad un apparecchio che consente l’erogazione del gas, protossido di azoto miscelato con ossigeno, in modo misurato e controllato.

Il protossido d’azoto, detto anche gas esilarante, ha un effetto quasi immediato. A fine intervento poi tende a svanire rapidamente.

 Esistono controindicazioni?

Il protossido di azoto non ha particolari controindicazioni e i casi in cui sono state riscontrate alterazioni sono molto rare.

Deve essere posta più attenzione per quei pazienti in cui lo stato di salute è compromesso già da altre patologie o che assumono specifici farmaci. In quel caso il dentista dovrà essere informato. Tuttavia è un gas piuttosto sicuro e ben tollerato e per questo utilizzato per bambini, adulti e anziani.

Come tutti gli anestetici può dare sensazione di nausea e vomito.

Per questo prima di sottoporsi ad un intervento in anestesia è sempre consigliato presentarsi a stomaco vuoto.

Non tende inoltre ad accumularsi e quindi viene eliminato facilmente attraverso la respirazione.

La sua attività può essere compromessa se si ha il naso congestionato a causa ad esempio di un forte raffreddore.

 

Sedazione cosciente con farmaci per via endovenosa

Questo tipo di tecnica è la più tradizionale e generalmente viene preferita per pazienti adulti o anziani che devono sottoporsi ad interventi che non superino le 2-3 ore.

Dopo il posizionamento dell’ago sul braccio, viene somministrato un farmaco ansiolitico appartenente alla famiglia delle benzodiazepine o mix di farmaci ansiolitici, analgesici ed anestetici a breve durata.

In questo caso è necessaria ed obbligatoria la presenza di un anestesista che calibri il dosaggio corretto e monitori i parametri vitali del paziente durante l’intervento. 

Esistono controindicazioni?

Per queste classi di farmaci, in particolare per le benzodiazepine, la possibile comparsa di effetti collaterali è strettamente legata al dosaggio che influenza anche il tempo necessario alla totale scomparsa dell'effetto sedativo.

L’uso di questi farmaci per via endovenosa porta a tempi di risveglio più lunghi rispetto alla somministrazione per via inalatoria. Per questo motivo l'uso di questa tecnica è generalmente proposta quando le condizioni non sono tali da permettere l’utilizzo di gas inalatori.

 

Per concludere la sedazione cosciente può essere uno strumento davvero importante in odontoiatria. Consente un approccio alle cure dentistiche più sereno e meno invasivo rispetto ad un’anestesia generale classica. Per vivere l'appuntamento dal dentista in modo tranquillo e positivo!

 Vuoi prenderti più cura del tuo sorriso? Scopri le risposte dei nostri dentisti!

 New Call-to-action

Davide Mezzadri

Scritto da Davide Mezzadri

Diplomato come Odontotecnico ad Alessandria nel 1988, Davide segue da anni i dentisti in tutta Italia. Specializzato nell’evoluzione dei trattamenti di superficie, biomeccanica degli impianti dentali, implantologia e C-PAG (Chirurgia Protesicamente e Anatomicamente Guidata), oggi lavora per tutti i Centri dell’Eccellenza Resista in Italia, per garantire sempre ai pazienti di trovare professionisti preparati e disponibili.