Intervento ai denti in anestesia totale: quando si fa

Dolore e mal di denti, Farmaci per mal di denti | 08/04/2019

Intervento ai denti in anestesia totale: quando si fa

Devi affrontare un intervento ai denti e l’idea di percepire dolore ti spaventa? Ti stai domandando se è possibile richiedere che l’intervento sia eseguito in anestesia totale? Quando si ricorre all’anestesia generale in odontoiatria? Ecco tutto quello che devi sapere sugli interventi ai denti in anestesia totale

Gli anestetici sono una classe di composti in grado di indurre anestesia, ovvero la perdita temporanea di sensibilità.

Questa vasta e variegata classe di farmaci può essere suddivisa in due famiglie:

  • Anestetici locali: che svolgono un’attività anestetica localizzata con quindi eliminazione della sensibilità di una parte circoscritta dell’organismo senza perdita di coscienza.
  • Anestetici generali: che svolgono un’attività anestetica totale con quindi eliminazione della sensibilità di tutto l’organismo e perdita di coscienza.

In odontoiatria quasi la totalità di interventi ai denti in cui è richiesta una terapia anestetica per il dolore viene eseguita in anestesia locale.

Tuttavia ci sono casi in cui, a causa ad esempio della complessità dell’intervento, è necessario eseguire l’operazione in anestesia totale.

Vuoi scoprire quali altri farmaci vengono usati in odontoiatria per terapie del dolore? Potrebbe interessarti anche questo approfondimento: Quando usare l'antibiotico per mal di denti.

 

Quando si effettua un’anestesia totale per interventi ai denti?

Le condizioni in cui è indicato effettuare un trattamento odontoiatrico in anestesia generale sono:

  • Interventi di durata superiore a 1,30-2 ore o molto invasivi
  • Trattamento di pazienti odontofobici, ovvero soggetti che manifestano reazioni di paura ed ansia eccessiva rispetto alla norma.
  • Trattamento di pazienti non collaborativi a causa di gravi deficit psico-fisici.
  • Trattamento di pazienti pediatrici di età inferiore a 6 anni.
  • Trattamento di pazienti anziani o con patologie (come diabete, ipertensione, cardiopatie, aritmie) in cui è richiesto il minor stress psico-fisico possibile.
  • Trattamento di pazienti che per altri motivi personali o professionali, lecitamente motivati, devono ridurre il numero di sedute a cui sottoporsi.
  • Trattamento di pazienti allergici o con altre impossibilità legate all’uso di anestetici locali

 

Come viene eseguita un’anestesia generale per interventi ai denti?

Per eseguire un trattamento odontoiatrico in anestesia totale indispensabile è la presenza di un anestesista esperto in grado di valutare, pianificare e programmare l’intervento in collaborazione con il dentista.

L’anestesia generale, anche detta narcosi, si effettua attraverso un’iniezione di farmaci che inducono rilassamento muscolare e progressiva perdita di coscienza del paziente in circa 1-2 minuti.

L’anestesista, presente durante tutto l’arco dell’intervento, ha il compito di monitorare il mantenimento dello stato di incoscienza e l’andamento dei parametri vitali.

Alla fine del trattamento odontoiatrico il paziente viene risvegliato in 5-8 minuti e e dopo circa 40-60 minuti ha ripreso totale coscienza ed è in grado di deambulare. 

In questo caso il medico ti consiglierà di presentarti a stomaco vuoto e di organizzare il rientro a casa con qualcuno che possa riaccompagnare il paziente.

 

L’anestesia generale in odontoiatria è una una procedura importante, non priva di rischi, come ogni anestesia!

L’intero intervento deve essere eseguito da specialisti esperti e qualificati, in una struttura idonea e certificata secondo le normative vigenti. Affidati a specialisti del sorriso! Sapranno consigliarti e guidarti verso la soluzione migliore per te!

 

Vuoi prenderti cura della tua bocca? Scopri le risposte dei nostri dentisti!

Scarica gratuitamente la guida!

Guida alla salute della bocca

Davide Mezzadri

Scritto da Davide Mezzadri

Diplomato come Odontotecnico ad Alessandria nel 1988, Davide segue da anni i dentisti in tutta Italia. Specializzato nell’evoluzione dei trattamenti di superficie, biomeccanica degli impianti dentali, implantologia e C-PAG (Chirurgia Protesicamente e Anatomicamente Guidata), oggi lavora per tutti i Centri dell’Eccellenza Resista in Italia, per garantire sempre ai pazienti di trovare professionisti preparati e disponibili.