Dal dentista può capitare di sentire parlare di malocclusione. Cosa si intende con questo termine? La malocclusione è caratterizzata da un’alterazione nell’allineamento e posizionamento dei denti.

Quando le arcate, superiori ed inferiori, avvicinandosi tra loro, non si allineano correttamente ed i denti interferiscono tra loro in una masticazione sbilanciata, si innescano una serie di problematiche che spesso degenerano in forme più gravi e più complesse da risolvere. Disagio estetico, difficoltà nel parlare, traumi dentali, patologie parodontali e patologie neuromuscolari cervicali e scheletriche possono essere causate dalla malocclusioneEsistono diversi tipi di Malocclusione? Intervenire è possibile? Scopriamo tutti i tipi di malocclusione e quali sono le possibili soluzioni. 

Avere una dentatura perfettamente allineata è una caratteristica piuttosto rara. Seppur lievi, le malocclusioni sono frequenti e possono richiedere interventi correttivi mirati.

Nel termine malocclusione dentale si racchiudono diverse possibili situazioni dentali, come:

  • Alterazioni nella posizione delle arcata superiore ed inferiore
  • Alterazioni nelle dimensioni delle ossa mascellari
  • Sovraffollamento dentale
  • Morso incrociato o inverso
  • Morso aperto
  • Morso profondo
  • Disfunzione dell’articolazione temporo-mandibolare ATM

Oltre a disagi estetici e funzionali la malocclusione può incidere negativamente sulla predisposizione a:

  • Mal di testa e dolore cervicale
  • Mal di schiena e alterazioni posturali
  • Alterazioni uditive come gli acufeni
  • Patologie del cavo orale e delle prime vie respiratorie.

A seconda della gravità e dopo una attenta valutazione il dentista potrà consigliarti diverse soluzioni correttive.

Quali sono le possibili cause di malocclusione?

Le principali cause che portano alla malocclusione possono essere:

  • Genetiche, e quindi dipendenti da caratteri famigliari tramandati
  • Abitudini comportamentali scorrette come succhiare il dito nei bambini o di spingere la lingua contro i denti o tenere il ciuccio ben oltre l’età consigliata (2 – 3 anni)
  • Perdita di denti
  • Bruxismo, ovvero la tendenza a digrignare i denti durante il sonno
  • Traumi e fratture
  • Stati di alterazione e cause patologiche

Quali soluzioni può consigliarti il dentista?

I tipi di malocclusione possono essere diversi e per questo ogni situazione dentale richiede un approccio specifico, studiato appositamente per quel determinato caso.

Per la correzione della malocclusione il dentista può ricorrere all’ortodonzia correttiva, ovvero l’applicazione di apparecchi dentali, fissi o mobili, dal bite per il bruxismo agli allineatori dentali invisibili fino all’ortodonzia dentale fissa.

Qualche soluzione ortodontica, specialmente nei casi di sovraffollamento, può richiedere l’estrazione di elementi dentali per aumentare lo spazio necessario per il corretto riposizionamento.

Solo nei casi più gravidi di malocclusione sono previste procedure chirugiche con interventi maxillofacciali correttivi.

La moderna chirurgia dentale si avvale di supporti e strumenti tecnologici all’avanguardia che garantiscono altissimi livelli di successo degli interventi. La ricerca ed il progresso in questo campo ha consentito risultati altamente soddisfacenti nella risoluzione di casi anche molto gravi di malocclusione. 

Ti preoccupa il costo degli interventi? Scarica la nostra guida per scoprire tutti i prezzi che dovresti aspettarti da uno specialista.