Cosa mangiare dopo un impianto dentale

Impianto dentale, Protesi dentali, Implantologia | 11/10/2018

Cosa mangiare dopo un impianto dentale

Ti sei sottoposto ad un intervento implantologico e ti stai domandando cosa sia meglio mangiare dopo un impianto dentale?

Conoscere quale alimentazione è più opportuno seguire durante la fase post operatoria è molto importante per favorire i processi di cicatrizzazione e mantenere un buono stato di salute ed igiene del cavo orale. Ecco alcuni consigli per un decorso post operatorio senza pensieri.

 

Dopo l’applicazione di un impianto dentale la nostra bocca è più delicata. Specialmente nei primi giorni post-intervento la capacità masticatoria è ridotta, le gengive possono essere lievemente gonfie e aprire molto la bocca può risultare più difficoltoso. Tuttavia non si deve rinunciare ad un’alimentazione bilanciata e con un appropriato apporto nutrizionale.

Risulta quindi essenziale pianificare cosa mangiare per un decorso post chirurgico che favorisca la guarigione dei tessuti ed eviti possibili dolori e complicanze.

 

Cosa mangiare dopo un impianto dentale?

 

Dopo un intervento implantologico si consiglia di consumare cibi morbidi e freschi.

Specialmente nei primi 7 giorni devono essere preferiti cibi liquidi o semiliquidi.

 

Da evitare invece cibi:

  • Caldi: bevande e cibi caldi devono essere fatti raffreddare prima di essere consumati.
  • Acidi: come aceto, limone e agrumi, pomodori
  • Piccanti: come pepe, peperoncino e altre spezie
  • Di piccole dimensioni: come semi e frutta secca
  • Fibrosi o filamentosi: come spinaci e carciofi
  • Duri o difficili da masticare e strappare: come certi tipi di pasta e panificati, carne e caramelle

 

Ecco allora un esempio per un buon piano d’alimentazione dopo l’applicazione di un impianto dentale:

 

1°Giorno

1° pasto post intervento: Un bel gelato! Ebbene sì, proprio per la sua consistenza e freschezza il gelato è un alimento consigliato! Quale scusa migliore per fare uno sgarro alla dieta? Fate rifornimento nella vostra gelateria preferita e mangiatelo senza pensieri o rimorsi. Ve lo siete meritati!

2° pasto post intervento: Frullato di frutta fresca con aggiunta di verdure, yogurt, ricotta di capra e vellutata di verdure raffreddata.

 

2°Giorno

Per garantire il giusto apporto di nutrienti, importanti per i processi fisiologici di cicatrizzazione e stabilizzazione dell’impianto, devono essere introdotte fonti di carboidrati, proteine, vitamine e sali minerali.

L'integrazione di polivitaminici ed acidi grassi, nelle dosi indicate dalla posologia giornaliera, sono sempre consigliati e facilmente reperibili.

Per il consumo degli alimenti in generale, se caldi, ricorda sempre di lasciarli raffreddare.

Colazione: tè o cappuccino con biscotti ben inzuppati.

Spuntino: yogurt o budino

Pranzo: vellutata di zucca con formaggino sciolto, broccoli o cavolfiore bolliti

Spuntino: succo di frutta, frullato o gelato

Cena: pesce bollito o al vapore (o omelette come alternativa veg) e zucchine ben cotte

 

3°Giorno

Già a partire dal 3° giorno possono essere reintrodotti alimenti con consistenze meno liquide come la pasta, a patto che sia corta e ben cotta, e la carne tritata.

Colazione: tè o cappuccino con biscotti ben inzuppati.

Spuntino: yogurt o budino

Pranzo: Pasta con ricotta e zucchine alla menta, carote lesse.

Spuntino: succo di frutta, frullato o gelato

Cena:  polpettone con purè

 

Dal sesto giorno in poi è possibile introdurre gradualmente tutti gli alimenti, evitando tuttavia per i prossimi 2-4 mesi di masticare cibi duri o difficili da strappare localmente alla zona dell'intervento.

Queste accortezze, unite ad una buona igiene orale, garantiscono un decorso post operatorio sereno!

 

Vuoi un sorriso bello e sano? Scopri subito tutto quello che dovresti sapere sull'implantologia dentale. Scarica gratuitamente la guida:

New call-to-action

 

Davide Mezzadri

Scritto da Davide Mezzadri

Diplomato come Odontotecnico ad Alessandria nel 1988, Davide segue da anni i dentisti in tutta Italia. Specializzato nell’evoluzione dei trattamenti di superficie, biomeccanica degli impianti dentali, implantologia e C-PAG (Chirurgia Protesicamente e Anatomicamente Guidata), oggi lavora per tutti i Centri dell’Eccellenza Resista in Italia, per garantire sempre ai pazienti di trovare professionisti preparati e disponibili.